Quindici anni di fondazione: DiSAL ringrazia i soci fondatori

 

Con un invito ai soci fondatori di DiSAL, che l’8 marzo 2001 presso un notaio di Milano costituirono l’associazione professionale e ne definirono identità e progetto, si svolto martedì 14 giugno 2016 presso un ristorante milanese il ritrovo degli stessi, alla presenza della prima segretaria dell’Associazione, Antonia Colombo, e del presidente nazionale Ezio Delfino.

Sono passati quindici anni da quando, quel gruppetto di 20 soci, con l’atto fondativo diedero vita a quella che oggi è l’unica associazione professionale di dirigenti scolastici di scuole statali e non statali. “Una avventura – ha ricordato durante il pranzo di ringraziamento Roberto Pellegatta, ideatore dell’associazione e primo presidente -  che non ha cessato di crescere, con una originalità di proposta culturale e professionale che negli anni ha saputo convincere tanti colleghi”.

Un caro ricordo è stato per Claudio Tanzi, che ci ha lasciato alcun anni fa dopo una lunga malattia. Per tutti gli altri, durante il semplice incontro conviviale, svoltosi anche per l’occasione del ritorno in Italia di Antonia Colombo, il presidente Ezio Delfino ha espresso il suo ringraziamento con una propria lettera ed un semplice omaggio per quell’atto di allora.

Di seguito riportiamo la lettera.

 

Milano, 14 giugno 2016

Gent.mo/ma

oggi DiSAL è un’associazione rappresentativa ed autorevolmente riconosciuta nell’ambito scolastico ed istituzionale. Come spesso diciamo tra noi ‘DiSAL, se non ci fosse, bisognerebbe inventarla!’ a significare la urgenza di un luogo di amicizia professionale che non solo promuova le istanze dei dirigenti scolastici, ma, soprattutto, li aiuti e li accompagni in un continuo approfondimento delle ragioni di questo lavoro, del valore educativo dell’impresa scuola e favorisca una formazione continua ed efficace dei prèsidi.

La bontà del frutto, tuttavia, è tutta nelle radici e nella solidità del tronco: ed è per questo che, a nome di tutto il Direttivo di DISAL e dei soci,  Ti sono molto grato, avendo Tu, con gli altri fondatori, partecipato all’avvio di questo strumento di presenza, agile eppure così utile proprio in questi anni di innovazioni e di cambiamenti epocali ed avendo Tu sostenuto per molti anni l’impostazione e l’organizzazione della Associazione stessa.

Ti chiedo di continuare a collaborare nello sviluppo del valore e della presenza di DiSAL soprattutto vigilando che, nel tempo, si rafforzino e diventino più consapevoli in tutti le ragioni che hanno dato origine all’avventura.

In segno di questa gratitudine accompagno il presente saluto con un piccolo omaggio che potrà, spero piacevolmente, arricchire le Tue letture nelle prossime imminenti vacanze estive.

Con riconoscenza.

 

                                                                                                              Ezio DELFINO

                                                                                                   presidente nazionale DiSAL

 



 

Copyright © 2023 Di.S.A.L.