DiSAL scrive ai Capi dipartimento: dott.ssa Boda e dott. Bruschi

 

 Oggetto: chiarimenti su adozione di formedi lavoro agile e flessibilità organizzativa art 1 DPCM 8.3.2020 e Notaministeriale 279/2020.

 

 L’art 1 DPCM 8.3.2020 e la Nota ministeriale279/2020, in considerazione dell’emergenza sanitaria in atto, introduconoindicazioni circa l’adozione di forme di lavoro agile e flessibilitàorganizzativa del personale nelle istituzioni scolastiche.

Con lapresente si chiede di voler fornire, nel merito, ulteriori ed univocheindicazioni a cui i Dirigenti scolastici possano fare riferimento, inparticolare per l’attuazione della flessibilità organizzativa degli Assistentiamministrativi e dei Collaboratori scolastici. I Dirigenti scolasticinecessitano di sapere, in particolar modo, quali siano le modalità e le normedi riferimento per organizzare i richiamati ‘contingenti minimi’: la previstaturnazione del personale ATA, seppur per i condivisibili motivi richiamati daidispositivi sopracitati, comporterebbe, infatti, l’imposizione forzata alpersonale di fruizione delle ferie. Il riferimento ai contingenti minimi‘previsti dai contratti integrativi di istituto ai sensi della legge 146/1990’,richiamato dalla Nota 279/2020, peraltro, chiama in causa un dispositivo dilegge che attiene solamente alle situazioni di sciopero regolate, dal punto divista della giustificazione dell’assenza dal servizio, secondo principi e giustificativinon assimilabili a quelli da porre in essere nella situazione odierna.

Si chiedecortesemente un sollecito riscontro e urgente chiarimento in merito.

Distintiossequi.

Milano, 9marzo 2020 Ezio DELFINO

Presidentenazionale DiSAL

 



 

Copyright © 2021 Di.S.A.L.