Concorso straordinario: stop con il DCPM appena uscito


Concorsi scuola, ecco le nuove disposizioni contenute nell’ultimo DPCM

Scuolainforma - 4 Dicembre 2020 – Luigi Rovelli

 

Il premier Giuseppe Conte ha firmato il nuovo DPCM contenente misure per contrastare l’epidemia Covid: oltre ad aver stabilito il rientro in classe degli studenti delle scuole superiori (in una percentuale del 75 per cento) a partire dal prossimo 7 gennaio, il nuovo Decreto ha confermato la sospensione delle procedure concorsuali. Le nuove disposizioni sono contenute nell’articolo 1, comma 10, lettera z).

Concorsi scuola sospesi, proroga sino al 15 gennaio secondo l’ultimo DPCM Conte

Si legge infatti: ‘È sospeso lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione all’esercizio delle professioni, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica, nonché ad esclusione dei concorsi per il personale del servizio sanitario nazionale, ivi compresi, ove richiesti, gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e di quelli per il personale della protezione civile, ferma restando l’osservanza delle disposizioni di cui alla direttiva del Ministro per la pubblica amministrazione n. 1 del 25 febbraio 2020 e degli ulteriori aggiornamenti. Resta ferma la possibilità per le commissioni di procedere alla correzione delle prove scritte con collegamento da remoto‘.

Precisazioni sui concorsi scuola

La sospensione dei concorsi è generalizzata ed è stata, quindi, prorogata fino al 15 gennaio. La sospensione non riguarda le procedure concorsuali in cui la valutazione dei candidati viene effettuata esclusivamente su basi curricolari, ovvero sulla base di titoli e/o servizio; non riguarda nemmeno le procedure in cui la valutazione viene effettuata per via telematica oltre che i concorsi riguardanti il personale del servizio sanitario.
La sospensione, inoltre, riguarda lo svolgimento delle prove preselettive e scritte e non lo svolgimento delle prove orali. Ricordiamo che il Ministero dell’Istruzione, con la nota N. 37490 del 24 novembre, ha comunicato che le prove riguardanti il concorso straordinario docenti verranno corrette ‘da remoto’ attraverso particolari procedure telematiche e che le operazioni saranno avviate al più presto.

 

 

 
Salva Segnala Stampa Esci Home