Nota 2984 24.02.09: Risoluzione rapporto per inidoneitÓ fisica

   

 

Prot. n. MPIAOODGRUREG.UFF .

Roma, 24/02/09

 

OGGETTO: circolare esplicativa su alcuni aspetti della procedura

di risoluzione del rapporto di lavoro per inidoneita fisica del personale

amministrativo delle aree.

 

In merito alIa risoluzione del rapporto di lavoro per inidoneita

fisica del personale amministrativo, si ritiene di dover fomire taluni

chiarimenti a causa del perdurare di inesattezze, talvolta commesse, nella

gestione delIa materia, da parte degli Uffici periferici di questa

Amministrazione.

In primo luogo, si rammenta che la competenza dell'emanazione

del provvedimento di risoluzione del rapporto di lavoro spetta

esclusivamente a questa Direzione Generale.

Pertanto, gli Uffici Scolastici Regionali e Provinciali cureranno la

tempestiva trasmissione del verbale di visita medico collegiale in originale,

al fine di consentire ai competenti Uffici centrali i relativi adempimenti. A

tal fine, provvederanno ad indicare, oltre ai dati anagrafici del dipendente,

anche il Codice Fiscale, l'area 0 profilo professionale di appartenenza e il

numero dei giorni di ferie maturate e non godute alIa data delIa cessazione.

Ove il dipendente abbia ferie residue relative all'anno precedente a quello di

decorrenza delIa risoluzione del rapporto di lavoro, i giorni di ferie dovranno

essere distinti per il relativo anno di maturazione. Gli Uffici motiveranno

inoltre Ie ragioni delIa mancata fruizione delle ferie da parte del dipendente.

9

Infine, si evidenzia come, per prassi amministrativa consolidata e

in ossequio allo spirito della vigente normativa (cfr. da ultimo il Decreto

Interministeriale del 12.02.2004), ogni provvedimento di risoluzione del

rapporto di lavoro per inidoneita fisica avra decorrenza dal giorno

successivo alia data del verbale di visita medico collegiale. Cia vale tanto

per Ie ipotesi previste dall'art. 21, comma 3 del CCNL16.05.1995, quanta

per quelle disciplinate dall'art. 2, comma 12 dell a L. 335/95, nonche per

quelle di cui all' art. 3 del CCNL 16.05.2001. Si ritiene, peraltro, di dover

informare che i rari casi di contenzioso relativi alla inesatta decorrenza di

risoluzione del rapporto di lavoro si sono conclusi tutti con una pronuncia

giurisdizionale di rigetto dell'istanza del dipendente.

Si prega di voler dare mas sima diffusione del contenuto della

presente presso gli Uffici Scolastici Provinciali.

IL DlRETT~ .. GENERALE

-Silvi~~

 



 

Copyright © 2017 Di.S.A.L.